Minipremi

L’iniziativa dei Mini-Premi per lo sviluppo possibilista è stata lanciata dall’ A Colorni-Hirschman International Institute per la prima volta nel 2015, partendo dalla convinzione che fosse necessario riavvicinare l’Istituto alle nuove generazioni.
I Mini-Premi sono stati un percorso personalizzato di orientamento e formazione finalizzato ad ampliare in senso possibilista sia le proprie capacità di interpretazione della realtà, sia i propri orizzonti di sviluppo professionale. In un’epoca in cui prevale una formazione specialistica e strumentale, il percorso dei Mini-Premi si è distinto per il suo carattere generalista, non dogmatico, ma finalizzato alla scoperta ed allo sviluppo di soluzioni pratiche nella sfera sociale e imprenditoriale.
L’iniziativa, dal carattere formativo non convenzionale, ha avuto l’obiettivo di trasferire e rimettere in circolazione quel know-how collettivo di cui gode l’Istituto, che trova il suo presupposto teorico negli insegnamenti di Eugenio Colorni e Albert Hirschman.
Principi che, grazie al contributo attivo e agli scritti di Luca Meldolesi, sono diventati parte integrante del pensiero e delle pratiche di molte persone legate all’Istituto e ai suoi fondatori. Queste persone, operanti nei più svariati campi (dall’impresa alle pubbliche amministrazioni e all’università), si sono spinte nell’intervallo che esiste tra il probabile e il possibile, dando un contributo individuale e collettivo fuori dagli schemi: i cosiddetti “Improbabili”.
A questo gruppo di persone e ad altre vicine all’Istituto è stato chiesto di sollecitare le candidature di giovani laureande/i o neolaureate/i che stessero per fare i primi passi nel mondo dell’impresa, non limitandosi a quelli che avrebbero potuto sembrare i candidati più ovvi, come i primi della classe o gli appassionati di determinate materie.
Alla base di questo approccio vi è stata l’idea secondo cui, spesso, sono proprio le ragazze e i ragazzi che possono sembrare un po’ inespresse/i, ma che sono dotate/i di un’energia intrinseca, buone intenzioni e una forte volontà a compiere i progressi più significativi.
Dopo una prima selezione il primo gruppo di giovani è stato convocato a Roma, nella sede dell’Istituto, in Via del Boschetto 114, il 3 dicembre 2015.
Erano presenti giovani provenienti da varie città italiane, soprattutto dal Sud Italia, con diversi background accademici, tra cui giuristi, scienziati politici, economisti, architetti e sociologi. Durante la giornata si sono svolti colloqui individuali e collettivi per discutere delle loro aspirazioni e intenzioni. È stato quindi creato un primo gruppo di giovani selezionati con cura, che sono stati sostenuti e incoraggiati attraverso diverse strategie e iniziative, tra cui tutoraggio e supervisione, diffusione di testi, incontri individuali e collettivi, e collegamenti internazionali.
All’inizio del 2016 è stato avviato un primo ciclo di incontri, con cadenza bimestrale. Ogni incontro comprendeva una fase di confronto collettivo e colloqui individuali volti a valutare il percorso personale di ciascun partecipante. Nel corso dell’anno sono stati selezionati altri giovani che hanno preso parte all’iniziativa. L’ultimo ciclo di selezioni e incontri si è svolto nel 2018.
Con l’iniziativa dei Mini Premi, l’Istituto ha mirato a promuovere lo sviluppo culturale e imprenditoriale dei giovani candidati valorizzandone il protagonismo e l’assunzione di responsabilità, affiancandoli in un percorso di crescita delle loro capacità in azione.



No posts were found.